Pagine

lunedì 12 luglio 2010

Estratto di vaniglia made home

E finalmente è arrivata, direttamente dal Madagascar!!! Per me il nome evoca bellissimi e intensi ricordi: è stata la meta del mio viaggio di nozze.

Ma tornamo ai baccelli di vaniglia: 200 gr di intensissimo profumo, quasi stordisce l'intensità e la dolcezza dell'aroma.

Oggi, 11 Febbraio inizio. Ho pensato di usare il metodo di Tuki dal blog cilieginasullatorta.blogspot.com, perciò ecco come ho fatto:

ingredienti:

60 gr BACCELLI DI VANIGLIA (I MIEI ERANO 12)
500 ML DI VODKA
2 CUCCHIAI DI ALCOOL A 95°

la mia variante è stata l'aggiunta dell'alcool perchè leggendo i gradi della vodka ho visto che era a 38°, e Tuki parlava della sua a 40°. Spero di aver raggiunto la gradazione giusta.

Ho agitato per bene la bottiglia e già da subito ha cominciato a colorarsi.

Ora per i prossimi 15 giorni agiterò per bene e poi settimanalmente fino ai 6 mesi.


11 Marzo 2010. Ecco il risultato dopo un mese di infusione.

Dopo 6 mesi di infusione.
Ora il colore è molto scuro e il profumo dolce e intenso. Prima di utilizzare l'estratto ho pensato di usare i pezzetti di vaniglia per aromatizzare le creme perchè comunque sono ancora profumate e sarebbe un peccato non sfruttare sino all afine questo prezioso dono della natura.
                                      

1 commento:

  1. mmm...mi sembra di sentire il profumo, adoro la vaniglia!!!

    RispondiElimina